I Levrieri sono nati per essere liberi

NO CORSE NO CACCIA

La lotta a Favore della Causa Levriera ha un unico obiettivo: Proibire le Corse e la Caccia con i Levrieri e non solo! semplice da dire, difficile da attuare soprattutto perché ci si scontra con i poteri forti. Interessi Economici, Cultura, Tradizione e Ignoranza muovono questo business in diverse parti del mondo.

in Europa Irlanda e Spagna sono le Nazioni con il maggior interesse a mantenere e resistere perché queste pratiche restino invariate.

In Spagna si conta una popolazione di circa 2.000.000 di Levrieri adoperati e tenuti prigionieri per il divertimento dell’uomo

Numeri spaventosi quello delle Corse e della Caccia; vittime innocenti che soccombono solo per il divertimento degli “umani”, circa 100.000 mila levrieri ogni anno vengono abbattuti, altri vengono sfruttati, allevati e allenati fino alla morte e solo per vederli CORRERE! inseguendo una Lepre Meccanica, Lepre vera o uno zimbello, prima della competizione cosa si cela? Come avviene l’accoppiamento dei levrieri? Le fattrici come vengono trattate? Quanti cuccioli vengono soppressi perché non in standard? Allenamento? Dove sono tenuti i cani duranti la loro breve e misera vita? se non idonei alla Corsa o Caccia, che fine fanno?

L’Accoppiamento avviene per la maggior parte dei levrieri mediante lo STUPRO delle Femmine (vedi foto) condotta innaturale e violento, che porta le femmine a subire la monta indifese nel pieno della paura e del dolore. Questa pratica è usata per velocizzare il tempo dell’accoppiamento, ovviamente i “proprietari” dei levrieri negano tale pratica, affermando che i cani si accoppiano solo se vogliono e in tutta naturalezza. Le Fattrici, trattate come macchine, gravide perennemente affamate vengono tenute in luoghi angusti e spesso al buio. Macchine da soldi, annientate dall’essere viventi le Fattrici durano pochi anni e se sopravvivono si ritrovano con il corpo consumato con le patologie dei cani anziani.

la Fase dell’ Allevamento

Le Cucciolate numerose, proficue per un verso, dispendiose per l’altro. I cuccioli vengono selezionati dal primo mese, seguendo “parametri” del tutto infondati e crudeli. Circa la metà vengono soppressi perché non rispettano gli standard, presentano manti di colori non accettati, o semplicemente perché sono diversi da ciò che i propri detentori si aspettavano dall’accoppiamento.

Allenamenti: Trainati da veicoli a motore e non per chilometri ad un andamento innaturale per l’animale, senza possibilità che essi si possano fermare, costretti fino allo sfinimento. Zampe rotte e morte sono all’ordine del giorno, tapis roulant, giostre, allenamenti in piscine legati, allenati a prede vive. Questi sono alcuni degli allenamenti a cui i levrieri sono sottoposti.

La vita dei levrieri? In Spagna come in Irlanda tenuti prigionieri dei loro aguzzini spesso al buio e in luoghi angusti e sporchi, per i Greyhound si aggiunge anche la solitudine della poca interazione tra i loro simili. I sopravvissuti a tutto questo non sono idonei o interessati alla corsa o caccia?

ci sarà l’Abbandono, la Cessione o l’Abbattimento.

 

Alla luce di tutto questo è impossibile essere d’accordo con tali pratiche dove il cane è considerato una macchina da soldi o di puro divertimento. Nessuna interazione tra levrieri è contemplata, queste pratiche annientano il carattere mite dei Levrieri, aumentando la frustrazione per non riuscire mai a prendere la preda, sovreccitando, alimentando il loro istinto di competizione e l’istinto predatorio. In questa breve descrizione ho voluto raccontare l’esperienza di chi ogni anno recupera, cura e cerca di reintegrare e far vivere nuova Vita Migliaia di levrieri vittime delle Corse e della Caccia.

Consapevoli di cosa comporta la pratica delle corse e caccia a questi poveri animali, siamo sempre più convinti che bisogna andare avanti a combattere a favore della Causa per la proibizione delle Corse e della Caccia.

Ovviamente Galgueros (allevatori di Galgos in Spagna) e Trainer (allevatori di Greyhound in Irlanda) negano il male che entrambe le pratiche procurano ai levrieri, sentendosi legittimati a continuare queste attività per il fatto che i Levrieri sono considerati da sempre CANI DA CORSA O DA CACCIA ALLA LEPRE, per cui bisogna dare sfogo alla loro natura e nulla di male ad essi viene provocato.

 

Questa considerazione è oramai superata, mi batto perché i levrieri nel mondo siano liberi di nascere cani da compagnia, che le loro “corse” siano libere e giocose, che l’interazione tra levrieri non sia competitiva ma di normale interazione tra animali della stessa specie e che ci sia sempre il rapporto con il proprio “custode”.

Per Coerenza Etica non posso però non parlare di un’attività praticata in Italia a livello “amatoriale” in cui moltissimi levrieri sono coinvolti.

Piccoli Levrieri Italiani (PLI), Whippet,  Levrieri Afgani, Greyhound,  Saluki,  Galgo ed esemplari di molte altre razze sono utilizzati dai loro detentori per gare amatoriali a loro dire divertenti e utile per la serenità dei cani, stessa cosa la dicono gli Spagnoli e Irlandesi. 

Ovviamente sono fortemente contrario e ritengo che, chi adotta e chi lotta per la Causa Levriera, chi vuole il rispetto degli animali, non possa accettare queste attività nonostante definite amatoriali e “riconosciute” dall’ENCI. Le Corse Amatoriali in Italia sono state ammesse purché non ci siano scommesse, dopo la chiusura dei cinodromi avvenuta nel 2001. In tutto questo però il benessere dei Cani?

Gli “appassionati” sostengono che i cani sono predisposti per la corsa per cui è giusto farli correre, come dicono i Galgueros e i Trainer;

Gli “amatoriali” italiani si dissociano oggi, dopo il clamore che negli ultimi anni le associazioni levriere rescue stanno facendo, dai cugini Spagnoli e Irlandesi affermando che loro non uccidono i cani  non li maltrattano e non scommettono.

Delle due una è tecnicamente vera: non scommettono! Ma che non uccidono i cani è contestabile, negli anni sono venuti alla luce molti casi di “amatoriali” che praticano lo stupro per l’accoppiamento, che sfruttano fattrici fino alla morte, che fanno la selezione delle cucciolate (pratica comune a molti allevatori di ogni razza).

faccio notare che addirittura non allenano i loro cani per le corse, non gli allenano proprio e per assurdo è ancora più grave causando loro dolori, distorsioni e fratture dopo ogni gara,  non essendo preparati, gli abbandonano nei canili o rifugi, CEDENDOLI o Abbattendoli facendo figurare loro patologie mortali.

Per non parlare dei cani che soccombono durante le gare a causa degli scontri o incidenti vari

La denuncia che faccio attraverso questo Blog è quella di cominciare a Prendere ferma Posizione da questo fenomeno e soprattutto voglio AVVERTIRE chi adotta un LEVRIERO RESCUE di tenersi alla larga da dagli “amatoriali”, di non farsi convincere che sia naturale e che essi non hanno nulla a che fare con la situazione dei nostri cugini spagnoli o irlandese, che i Levrieri sono nati per CORRERE!

Gli “amatoriali” negli ultimi anni stanno convincendo, addirittura adottando Levrieri Rescue, che le Corse amatoriali in genere facciano bene ai cani.

Io vi dico che siete degli Irresponsabili contribuite a Legittimare gli Spagnoli e Irlandesi a continuare con il loro Genocidio.

Con tutto il dolore che le Corse e la Caccia hanno procurato nella vita di questi poveri Angeli Rescue, avete il coraggio di negare e di avvicinarvi ad essi?

Vi esorto a tenervi alla larga dai Levrieri Rescue. Pensate che le Associazioni a favore della Causa lottino solo per i maltrattamenti perpetuati ai levrieri? SBAGLIATO

SIAMO COMPLETAMENTE CONVINTI CHE I LEVRIERI SONO DA CONSIDERARSI CANI DA COMPAGNIA.

Conoscete cosi poco il mondo levriero che non vi rendete conto che un Galguero o un Trainer ha più cose in comune con voi che i vostri vicini di casa.

Sostenere che i Levrieri siano nati per correre, per cui è giusto farli correre in modo “amatoriale” ha la stessa valenza di chi possiede un PitBull (o altri cani erroneamente considerati da combattimento) e sostiene che è legittimato a farli combattere per la loro indole a farlo e alla aggressività intrinseca O perché da molti considerati cani da combattimento.

Non Avete attenuanti solo perché non vi è violenza esplicita, come nei combattimenti o nella caccia.

I Levrieri sono nati per essere liberi di correre, liberi di giocare, liberi di amare e di essere amati.

A me non interessa capire le vostre convinzioni o teorie. Io mi affido alla mia esperienza alle migliaia di vittime che ogni anno vedo e quanto le corse indotte facciano male ai cani.

Addirittura sento persone che affermano che per recuperare un levriero rescue è utilissimo farli correre, IGNORANTI!

È come se una persona che ha subito violenze sessuali la si fa prostituire per farla recuperare i traumi.

Per Coloro che hanno Adottato e praticano le corse amatoriali seguite il mio Consiglio: restituite il Cane all’Associazione che purtroppo in buona fede ve l’ha affidato, non rendetevi colpevoli di tale violenza!

Dunque ricordo agli Adottanti che più Associazioni vietano categoricamente il solo avvicinarsi ad un campo di corse amatoriali,  tanto più di farli correre, una bestemmia!

Insieme per FBM e la FBM  procederà al ritiro del Cane, oltre che a denunciarvi!

 

Gli animali vanno lasciati in pace vanno vissuti con rispetto e protetti!

 

By Gaston G Benedetto

Share

9 Commenti

  1. paola

    Perche’ piango ogni volta che leggo queste barbarie???
    I levrieri vanno solamente amati e protetti! Se penso ai miei cani guai a chi li sfiora solamente! Fantasie popolari in merito alle corse obbligate altrimenti soffrono, le sento ogni giorno! Ma ormai non rispondo piu’ perche’ la gente non vuole informarsi e’ molto piu’ facile vivere da caproni!

    Rispondi
  2. Giantiziano

    Ho con me due splendide femmine galgo Topazio e Aho recuperate con FBM, vivono con la mia famiglia,ogni mattino le guardo negli occhi ,cerco di capire cosa chiedono per essere felici, mi guardano e mi fanno sempre capire ……e’ sufficiente una carezza…… io questo lo dico a tutti.Chi non capisce queste cose per me non ha sentimenti.

    Rispondi
  3. Monica

    Anche io ho un levriero adottato da Insieme per FBM Nina, ex Madalena. .. E sento sempre la solita menata che sono cani che devono correre…il DEVONO mi sta sulle p…E. Lei in area sgambamento è quella che libera corre meno..corre se ha voglia o se ne ha motivo … non corre perché deve o vuole. Lei ama fare passeggiate, ama giocare con me e i miei figli e ama correre dietro al suo compagno di casa Chaky l’altro mio cane. Ama essere accarezzata e dormire accoccolata con me. Amate e rispettate queste meraviglie. Grazie per quello che fate.

    Rispondi
  4. Marcoparzullo

    di tanti problemi in Italia e con tutti i canili strapieni mi devo preoccupare della Spagna? delle corse in Uk? ma vadino perfavore!!!il levriero è nato per correre, quello di cui parlate è sfruttamento, come deterene un cane facendogli indossare cappellini e strani oggetti… che gratificano solo l’uomo!! questa è una politica malsana che vi porta pubblicità… lo studio e la ricerca, non idee infondate sull’origine di una razza. Studiate e meditate!!

    Rispondi
    1. Barbara

      Forse non hai capito proprio il senso dell’articolo… si parla di quello che fanno in Italia. Si parla della cosa gratificante solo per l’essere umano mettendo una pettorina ed una museruola ad un povero cane e farlo correre dietro a qualcosa di meccanico
      Se non ti interessa l’argomento cambia pagina invece di insultare le altre persone!

      Rispondi
      1. marcoparzullo

        #Barbara, in Italia i levrieri non vengono maltrattati e si divertono sempre!! Non inventate storielle fritte e senza nessun fondamento. Spero solo che qualcuno denunci questo fatto, perché di cattivo gusto e diffamatorio verso un settore sportivo che aiuta la razza a mantenere la vera funzione per cui è nata.

        Rispondi
  5. Michele

    Quante stronzate…….
    Mai lette così tante cagate.
    Non ho levrieri ma li guardo correre agli allenamenti e gare.
    Mai visto maltrattamenti o altro.

    Rispondi
  6. Evanghelos

    Ha un nome l’ignorante che ha scritto queste due righe?

    Rispondi
  7. Lunghi Silvana

    Non ho piú parole. Ma quante stupidate bisogna leggere ogni giorno? I nostri levrieri non devono correre, semplicemente amano farlo. E se un levriero non trova divertimento nel coursing nessuno lo obbliga. Ma che caspita state dicendo??? Informatevi prima di parlare emeriti ignoranti! C’é una gran bella differenza fra l’industria della caccia e delle corse con scommesse e le corse amatoriali. Noi alleniamo in libertá e gioia i nostri cani e ogni tanto ci dilettiamo in qualche gara amatoriale leggendo la gioia negli occhi dei nostri cani. In area cani di sicuro un levriero non corre…con tutti i cani rompipalle e di diversa natura che le frequentano, e si annoiano tremendamente incollati al proprietario..certo. Ma ció non vuol dire che non si divertirebbero a inseguire uno zimbello ogni tanto per variare un pochetto la giornata. Chi ha scritto questo articolo andrebbe querelato. Come si permete di dire che io maltratto e sfrutto i miei cani. E accoppiamenti in strupramento ah ah ah ah ah Ma che cavolo sta dicendo?? Ha una ben che minima idea di come si svolga un accoppiamento fra cani, di cosa sia una selezione seria e fatta nel rispetto dei nostri cani? Ci sono anche le situazioni di cui parla, ma fare di tutta l’erba un fascio lo trovo assolutamente offensivo e denigratorio per tutta la cinofilia. E se tanto siete cosí di buon cuore salvate prima i meticcetti che spesso muoiono in canile dopo una vita senza famiglia!!! Ma andate a raccogliere i fiorellini piuttosto che scrivere certe stronzate , eh scusate ma ci vuole….Non avete capito proprio nulla dei levrieri e di come sono. Cambiate razza vi prego per non continuare a maltrattarli. Non tutti hanno un trascorso di sofferenze sebbene purtroppo ce ne siano moltissimi. Ogni caso va vaitato a se e non tutti in un fascio! Incredibile quello che si trova scritto ancora oggi, quando l’informazione é cosí fruibile ovunque. Ma muovete le chiappette e partecipate a qualche allenamento o gara e vedete coi vostri occhi quanto noi amatoriali maltrattiamo i nostri cani..ma fatemi il piacere.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *